• 339 1501955
  • borghiesentieridellalaga@gmail.com

Imposte

Elenco delle attività nel Comune di Rocca Santa Maria

  • Bar H – Ceppo, 64010
  • Bar Tabaccheria “La cantina”, Imposte, cell. 3407142775
  • “Il Rifugio dell’Alpino”, Contrada Belvedere 30, Tf 3279540650
  • Rifugio “Il Ceppo”, Piazzale del Ceppo, Tf 3714945855, sito www.rifugioilceppo.it, pagina Facebook
  • Ristorante Bar “Anna e Ninocc”, località Paranesi, tf 08611857767, cell. 3478915575
  • “Il Rifugio dei Sapori”, frazione Paranesi, Tf 086163308, cell.3471121084
  • Panificio Di Pietro, Imposte 25, Tf 086163152

Strutture ricettive

  • Imposte Fine Living, Frazione Imposte, Piazza del Municipio 24, Tf 3455790433
  • B&B La Locanda “di Anna e Ninocc”, Paranesi Tf 08611857767, cell. 3478915575
  • Camping “Il Ceppo”, Ceppo Tf 3203516905

Roberto Gualandri è con Stefania Di Giammartino e altri 57.

ULTIMORA di sabato 19 marzo 2022
UNA GIORNATA DI SVOLTA PER TUTTE LE FRAZIONI DI ROCCA SANTA MARIA:
L’INTERA COMUNITA’ SI RIAPPROPRIA DELLA SUA STORIA
Avevamo accennato ieri ad alcune interessanti novità nei territori della Laga in coincidenza della nuova stagione, ed infatti in mattinata è arrivata puntuale, la prima risposta attesa, che riguarda il Comune di Rocca Santa Maria.
C’è grande soddisfazione oggi in tutte le frazioni sparse di questo comprensorio, grazie all’approvazione di unaDelibera da parte del Consiglio Comunale attraverso la quale, l’Amministrazione ha formalmente riconosciutole “antiche vie” pedonali di collegamento tra gli stessi insediamenti rurali, come patrimonio storico della Comunità.
Inoltre nella stessa seduta si è proceduto ad acquisire come patrimonio comunale, la nota costruzione deturpante in cemento armato sita in località “Ceppo”, primo passo utile per programmare a breve una riconversione del manufatto.
Uno straordinario risultato frutto del dialogo aperto tra amministrazione, associazioni e rappresentanze territoriali e un punto di svolta importante che afferma da un lato, il riconoscimento istituzionale delvalore storico e identitario costruito nei secoli dalle famiglie residenti soprattutto attraverso l’esercizio degli antichi mestieri, dall’altro la possibilità di esplorare nuove pratiche collettive per la cura dei beni comuni, primo fra tutti la rivalutazione del territorio, facendo leva su una comunità ancora più inclusiva e capace di autorigenerarsi.
Il recupero del patrimonio culturale costituito dalle antiche mulattiere e la conseguente necessità di dover preservare anche l’inestimabile tesoro rappresentato dai borghi rurali d’epoca longobardacollegati dai medesimi tracciati, rappresentano infatti il presupposto fondamentale per rivalutare interamente lo splendido territorio montano di Rocca Santa Maria, la cui rilevanza di livello europeo è riconosciuta attraverso l’inclusione dello stesso, nel perimetro del Parco Nazionale del Gran Sasso-Monti della Laga.
Si aprono dunque nuove prospettive per questo areale montano, soprattutto riguardo la possibilità di incentivare l’economia locale attraverso l’intercettazione dei flussi di turismo di qualità destagionalizzato. Attraverso questo provvedimento inoltre viene scongiurato il concreto pericolo di un depauperamento delle “vie storiche comunali”, le quali troppo spesso in passato hanno rischiato di essere frettolosamente soppiantate in maniera brutale dalle ruspe meccaniche, per facilitare accessi provvisori di servitù nelle aree boschive.In ragione di ciò, Borghi e Sentieri della Laga” esprime tutta la propria riconoscenza e gratitudine all’intera Amministrazione Comunale ad iniziare dal Sindaco Lino Di Giuseppe, per aver raccolto e dato attuazione ai desideri della propria comunità, formata sia da residenti stabili che saltuari, molti dei quali peraltro, iscritti ed attivi sostenitori del nostro Gruppo Facebook, grazie al loro attaccamento alla propria terra di origine.L’interesse della Laga teramana ora, non sarà più rivolto soltanto agli itinerari d’alta quota del Monte Gorzano o del Pizzo di Moscio, ma la fruizione turistica e l’interesse dei visitatori potrà essere finalmente distribuita su tutto il comprensorio montanocon le frazioni rurali che diventano in prospettiva, i principali assi strategici delle nuove offerte turistiche di qualità.L’immediata attivazione di un tavolo di lavoro permanente finalizzato a dare attuazione ai contenuti della delibera, avrà l’obiettivo di rendere di nuovo praticabili a breve i primi percorsi pedonali, per consentire così già a partire dall’imminente stagione, l’organizzazione di eventi di richiamo, tra cui una “Festa dei Borghi rurali”, attualmente in corso di definizione.L’auspicio ora è che anche i Comuni limitrofi come Cortino, Valle Castellana, Torricella Sicura e Crognaleto, si attivino al più presto per intraprendere azioni simili volte a recuperare e riattivare l’intera rete dei sentieri storici esistente del territorio della Laga teramana.
#roccasantamaria#sentieridellalaga


Roberto Gualandri

LE COMUNITÀ DELLA LAGA TERAMANA CON GLI ACCOMPAGNATORI VOLONTARI FEDERTREK IMPEGNATI IN UNO STAGE PER RIVALUTARE E RIGENERARE I BORGHI RURALI
Con l’imminente avvio della stagione più favorevole, prenderà il via l’ultima interessante iniziativa ideata da “Borghi e Sentieri della Laga”, promossa dal Direttivo Nazionale Federtrek e dai Comuni di Cortino e Rocca Santa Maria, i quali si sono ancora una volta distinti per la particolare sensibilità verso un territorio condizionato dalle note problematiche legate allo spopolamento, alla frammentazione delle Comunità locali e ai disagi dovuti al post-sisma e alla pandemia.
Trattasi di un Progetto di valorizzazione integrata territoriale, espletato attraverso il recupero di due antichi tracciati pedonali di collegamento, propedeutici a promuovere alcuni borghi rurali di epoca longobarda in stato di abbandono o semi-abbandono, situati nei Comuni di Rocca Santa Maria (Fustagnano, SerraS. Biagio e Acquaratola) e Cortino (PadulaMacchiatornella e Altovia), al fine di portare alla luce l’interesse storico, culturale e tradizionale dei luoghi, peraltro già noti per la loro straordinaria rilevanza naturalistica.
Il tutto facendo leva sul coinvolgimento e la collaborazione degli ultimi presidi di popolazione stabile o saltuaria attualmente esistente, e sulla piena disponibilità offerta dalle amministrazioni di prossimità, le quali si sono impegnate ad agevolare lo stage dei candidati anche con l’organizzazione di un evento conclusivo da svolgere durante la prossima stagione estiva, aperto alla più ampia partecipazione, nell’ottica di contribuire ad un rilancio delle fragili economie locali attraverso l’incentivazione di una presenza turistica di qualità.
Sarà l’occasione per una ventina di Corsisti qualificati di lavorare su l’individuazione e il recupero di alcuni antichi percorsi, attivare ricerche storiche su ciascuno dei borghi rurali d’epoca individuati, rivalutare lo sviluppo delle tecniche costruttive rurali tipiche, nonché portare alla luce il valore rappresentato dai Tratturi teramani, dagli antichi Mulini dell’Alto Tordino, agli antichi mestieri esercitati nella Laga teramana.
Punto centrale del Progetto sarà lo stretto rapporto con gli enti di prossimità interessati e le associazioni locali, nonché il coinvolgimento diretto ed essenziale delle popolazioni residenti, anche attraverso interviste, foto, video ed altro materiale documentale, in grado di creare un archivio a disposizione delle Comunità. Particolare rilievo del progetto sarà riservato al ruolo delle popolazioni residenti più anziane, in quanto considerate insostituibili protagoniste di queste montagne, portatrici dei preziosi saperi che rischiano di andare perduti.
“Borghi e Sentieri della Laga” sempre con voi….
A presto per gli aggiornamenti relativi all’avvio del nuovo Progetto.
2 marzo 2022


Edit Copyright © All rights reserved. Nature Bliss by WEN Themes Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito web. Accettando, accetti l’utilizzo di tali cookie.

Roberto Gualandri

RESOCONTO DI UNA SPLENDIDA GIORNATA PARTE SECONDA:
ROCCA SANTA MARIA
29 gennaio 2022

La giornata odierna, di un azzurro splendente, non poteva avere epilogo migliore, con la salita al borgo ancora innevato di Imposta di Rocca Santa Maria.
Anche in questa circostanza l’Amministrazione al completo, guidata dal Sindaco Lino Di Giuseppe, ha ricevuto la nostra delegazione. Tanti volti conosciuti ed apprezzati e la sensazione di un piacevole ritorno…
Un colloquio cordiale e più circoscritto nei contenuti rispetto al precedente, poiché già avviato da tempo. La cosa più importante è l’imminente approvazione della tanto attesa Deliberazione Consiliare sul recupero degli antichi sentieri di collegamento delle frazioni, come già anticipato dallo stesso Sindaco qualche giorno fa, durante una trasmissione televisiva. Sarà un momento importante dove l’intera Comunità potrà così riappropriarsi del proprio territorio, rendendolo di nuovo fruibile ai visitatori.
Si è ritenuto utile iniziare a valutare l’opportunità di un recupero graduale degli itinerari a partire dalla primavera, mettendo in collegamento l’insediamento base di Fustagnano-Imposta, con i borghi di Serra, S. Biagio e Acquaratola, con la possibilità di organizzare in questo ultimo villaggio una importante manifestazione locale nella prossima estate, animata dalla popolazione locale.
Altre interessanti opportunità per le popolazioni residenti e per i flussi turistici potrebbero infine maturare dai fondi legati alla ricostruzione e ai recenti bandi PNRR in corso di valutazione, da innestare a qualche possibile interessante investimento privato.
L’ultimo pensiero di giornata è dedicato al gioioso incontro con qualche stimato volto del nostro Gruppo, Annarita Di Domenico, Adriano Di Pietro e Claudia Di Gennaro che contribuisce in ogni occasione, come sempre più spesso accade, ad arricchire in maniera speciale…le nostre giornate trascorse sui Monti della Laga…prima che l’azzurro del mare apparso all’orizzonte, ha catturato anche questa volta la visione verso est, accompagnando il nostro rientro…verso Roma.


Pulizia dei sentieri in vista delle prossime escursioni, da Imposte a Serra il 16 giugno. Pulitori Aldo Di Fortunato, Dario Valori e Giuseppe Virzi’.


Ancora pulizia dei sentieri da Serra a San Biagio, ma questa volta con il valido aiuto degli Alpini come Gabriele Romualdi, Fernando ed Elio, dotati di potenti mezzi a motore come motoseghe, decespugliatori ecc.


“L’attrattività dei borghi e le produzioni tipiche nel Comune di Rocca Santa Maria”
realizzata con Zoom il 17 aprile 2021 intervistando le persone attive nel Comune, che ringraziamo per la loro partecipazione.

Antico Forno Di Pietro

Il nostro panificio, è situato nei Monti della Laga, precisamente a Rocca Santa Maria (provincia di Teramo). La nostra è un’attività artigianale a conduzione familiare. Produciamo diverse tipologie di pane, dal nostro pane casereccio, al pane con le patate, pugliese, cereali, noci ed altre tipologie. Produciamo le focacce(che noi chiamiamo spianate), ottime da farcire con i salumi e formaggi.  Produciamo le nostre famose pizze(molto apprezzate), con mozzarella, alici, funghi porcini(del posto) ed altri gusti.

Produciamo una vasta linea di biscotti:

Dai biscotti per la colazione, a biscotti con la cioccolata, mandorle, marmellata, nocciole, anice e tanto altro. 

Collaboriamo, con un’azienda locale, produttrice di liquori. 

Con i loro liquori,  produciamo biscotti alla genziana,  alla liquirizia, alla ratafia(liquore all’amarena), al limoncello, all’anice e al gin.

Per qualsiasi informazione il nostro numero di cellulare 3471187364

La nostra mail dipietro.adriano@gmail.com 


Il giorno venerdì 28 maggio 2021 Roberto Gualandri, Antonio Citti e Aldo Di Fortunato ci siamo recati alla frazione di Imposte di Rocca Santa Maria ed abbiamo realizzato queste due interviste presso l’Antico Forno di Antonio Di Pietro, mentre abbiamo approfittato per realizzare ottimi acquisti :


Incontro con il Sindaco Lino Di Giuseppe e l’Assessore Giuseppe Cardamone di Rocca Santa Maria. Abbiamo presentato le nostre proposte sulla sentieristica che hanno avuto una buona accoglienza e si conciliano con le intenzioni del Comune. Un ottimo primo risultato che può aprire molte prospettive di rilancio dei Borghi rurali. L’impegno dell’amministrazione è di riconoscere gli antichi collegamenti tra i Borghi considerati come viabilità storica. Il 3 e 4 luglio 2021 organizzeremo il primo evento di “Borghi e sentieri della Laga” conducendo gli escursionisti sui sentieri del territorio comunale.


Intervista a Stefania Di Giammartino, di Rocca Santa Maria, che ci segue entusiasta dall’inizio della nostra avventura con Facebook ed il sito sui Monti della Laga :


Intervista ad Edda Bellisari e Fernanda Di Giammartino

La signora Edda Bellisari è una delle animatrici culturali del Comune di Rocca Santa Maria e insime alla signora Fernaanda Di Giammartino e ad altre donne del posto, tengono viva la socialità in maniera autogestita. Intervista di Roberto Gualandri e Antonio Citti.


Intervista a Giovanna Romualdi al Bar di Imposte di Rocca Santa Maria :


Il Sindaco di Rocca Santa Maria Lino Di Giuseppe e la VicePresidente dell’Amministrazione Separata Barbara Diletti ci incontrano alla fine dell’escursione del 3 luglio 2021 tra i borghi, mentre ci rifocillavamo con un rinfresco offerto dagli accompagnatori. Il Sindaco ribadisce la sua intenzione di riaprire e manutenere i sentieri storici tra i borghi del Comune per permettere ai turisti di usufruirne a scopo escursionistico. I luoghi sono belli ed offrono lo spunto per meravigliose passeggiate nella natura. Siamo stati i promotori ma altre associazioni ci seguiranno presto. Ringraziamo il Sindaco per il suo impegno.


Per gentile concessione di Fabrizio De Chicchis, mentre saliva dal Ceppo verso RoccaSanta Maria ..


Stefania Di Giammartino si trova presso Rocca Santa Maria.

Vita da cani ❤️ questo è l’amore verso il proprio amico fedele liberato nella sua cuccia da tutta la neve scesa ..bravo Sergio un montanaro tosto e con un cuore grande ❤️ la nostra straordinaria montagna ci accoglie così …

Ingrandisci per favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.