• 339 1501955
  • borghiesentieridellalaga@gmail.com

Rio di Lame

Associazioni
Associazione San Giorgio, frazione Rio di Lame di Valle Castellana, tel. 0861 913287, mail: associazionesangiorgio@virgilio.it

Roberto Gualandri

2) MESTIERI CHE SI INVENTANO I CARBONAI DELLA LAGA: UOMINI CAPACI DI DOMARE LA FORZA DEL FUOCO

E’ trascorso del tempo, eppure le ricordo bene davanti ai miei occhi: erano le immagini delle caratteristiche “fumarole” che si scorgevano qua e là in lontananza, durante le escursioni estive, o di inizio autunno, nelle zone boscose comprese tra la Valle Castellana e la Valle del Tronto.
Non erano evidentemente dei segnali attribuibili alle tribù indiane del Nord America, bensì degli inequivocabili annunci che rivelavano la presenza dei pacifici signori del bosco: i Carbonai.
Un mestiere antico quello della trasformazione del legname risalente addirittura al tempo dei Fenici, diffusosi quasi subito in tutta la zona del Mediterraneo, e in tempi successivi, anche su queste montagne, dove ha palesemente trovato il giusto areale di esercizio.
Da un po’ di anni abbiamo purtroppo perso l’abitudine di fiutare l’odore acre delle carbonaie attive, così come avvertiamo la mancanza di quei fortuiti incontri lungo le mulattiere, con i laboriosi maestri del fuoco, capaci di rispettare qualsiasi legge del bosco, anche quella non scritta…
C’è ancora qualche eroico superstite (un esempio per tutti, i Carbonai ancora attivi nella frazione Colle di Arquata del Tronto), ma appare evidente che l’indimenticabile atmosfera di allora…è andata definitivamente perduta…Perché soltanto loro, sapevano riconoscere il significato di ogni soffio del vento.Perché soltanto loro, riuscivano ad essere incuranti delle tempeste notturne e dell’intensità del freddo dei boschi.Perché nessuno come loro, sapevano ispirarci racconti di fantasia come nei folletti delle fiabe.
Si, ne siamo piu’ che mai certi, loro…sono ancora lì con noi, a farci compagnia lungo gli incantevoli sentieri della Laga, nell’attesa di veder maturare il prezioso prodotto del bosco…il carbone vegetale, combustibile di facile utilizzo e, cosa di non poco conto, dono ricavato nel silenzio delle fatiche, da fonte energetica rinnovabile!
Foto: Tratte da una edizione della Festa del Carbonaio, organizzata dall’associazione S. Giorgio presso Rio di Lame di Valle Castellana, alla quale anche chi scrive ha partecipato, nella speranza che possa essere a breve riproposta.
P.S. A volte succedono anche cose bellissime: durante la pubblicazione di questo Post, abbiamo ricevuto il prezioso contributo della Foto 5, dall’amica Anna Coltella, che ringraziamo e volentieri pubblichiamo.
Trattasi di una carbonaia allestita alla fine degli anni 80, dal caro nonno Palmerino Rendina di Grisciano di Accumoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.